Le Grandi Recensioni

Mikel Santiago – La Strada delle Ombre

Posted in libri by Ares on giugno 30, 2016

Un consiglio per tutti gli appassionati di gialli, thriller e misteri.

IMG_3552

Ho divorato questo libro, perché lo aspettavo con ansia. E lo aspettavo perché conosco l’autore e con lui ho condiviso momenti belli e importanti in terra d’Irlanda. Conosco la sua passione e conosco la sua capacità di creare storie. E’ difficile restare distaccati, ma in fondo chissenefrega: posso scrivere due righe e consigliare il libro di uno dei miei fratelli di rock’n’roll? Certo che posso.

La Strada delle Ombre riesce a catturare il lettore e lo accompagna in un mondo in cui nulla è ciò che sembra ed è impossibile non appassionarsi ai protagonisti per scoprire chi ha fatto cosa e se davvero è successo qualcosa. Cosa succede nel tranquillo sud della Francia? Chi sono i personaggi che animano le 370 pagine del romanzo? Realtà o fantasia? Paranoia o c’è davvero qualcosa di strano?

Ci sono recensioni in giro per il web in cui vengono dati troppi dettagli riguardo la storia. Io non vi dico nulla. Vi dico solo di leggerlo (c’è anche la versione ebook, che volete di più?) e giudicare. Io posso solo dire “bravo Mikel!!!” e fare il tifo per lui.

 

 

Annunci

Sebastian Fitzek – Il Cacciatore di Occhi

Posted in libri by Ares on gennaio 4, 2013

(e la mia prima esperienza di lettura via Kindle)

Non avevo mai letto nulla del tedesco Sebastian Fitzek, e complice l’arrivo dell’e-book reader targato Amazon ho avuto il piacere di divorare un ottimo psico-thriller.

il-cacciatore-di-occhi

Da precisare che questo libro è la continuazione del precedente Il Gioco degli Occhi nel quale vengono introdotti i vari protagonisti del libro in esame. Devo dire che questo non mi ha impedito la lettura, gli accenni a fatti passati ci sono ma la lettura non ne risente, e questo è segno che l’autore non è esattamente uno sprovveduto.

Sebastian Fitzek si diverte ad entrare nei meandri oscuri della mente umana, nel regno torbido e violento degli assassini seriali psicopatici che hanno anche il “buon proposito” di dare una lezione morale alle loro vittime, alle persone vicine e al resto del mondo.

Narrazione incalzante e con continui cambi di prospettiva, un vecchio espediente che funziona sempre e non fa altro che attirare il lettore e in sostanza non ti fa staccare lo sguardo dal libro .

Adesso voglio leggere il primo capitolo e poi dedicarmi ad altre opere di questo 40enne tedesco che nelle note di chiusura dimostra di essere uno scrittore che ancora non ha ben capito (forse) cosa voglia dire essere un autore di bestseller e sembra prendere il tutto come un divertente passatempo.

Passiamo a spendere qualche parola invece sul lettore e-book di Amazon. Confesso che Kindle mi ha incuriosito fin dal momento del suo lancio, ma la curiosità era accompagnata da una serie di dubbi del tutto legittimi tra cui il naturalissimo fatto di non avere tra le mani vere pagine di un vero libro fatto di carta, non sentirne la consistenza, l’odore, non vederne i numeri delle pagine eccetera.

Ebbene, tutti i dubbi sulla qualità di Kindle sono stati spazzati via nel giro di pochi minuti. Questo affare è semplice e geniale, la lettura non è assolutamente faticosa, anzi, mi è sembrato di leggere molto più velocemente del solito, ma non so quanto abbia influito l’opera di Fitzek. Pratico e con una capacità di portarsi dietro una biblioteca, invece di chili di carta…e con un certo risparmi in termini di euro da spendere, che di questi tempi non è poco.

Concludo consigliandovi Il Cacciatore di Occhi e anche di provare la lettura via Kindle.

Camilla Läckberg – La Principessa di Ghiaccio

Posted in libri by Ares on aprile 22, 2010

Cavalcando l’onda del successo della Trilogia Millennium di Stieg Larsson, la Marsilio pubblica anche in Italia il primo romanzo di Camilla Läckberg, scrittrice svedese all’estero e in patria già affermata tanto che dei suoi libri ne sono andati venduti già diversi milioni.

Capisco benissimo la scelta della casa editrice, e la scelta è azzeccata perché l’autrice riesce a creare una trama intricata quanto basta per tenere sveglia e affamata la curiosità del lettore.

Va anche detto  che se siete appena usciti dalla trilogia di Larsson questo libro vi sembrerà un semplice esercizio e nulla più.

Basandomi quindi sulla lettura di quest’unico libro dico che la Läckberg è brava e questo è il punto cruciale: di bravi scrittori è pieno il mondo, ma di Stieg Larsson ne è esistito solo uno, non pensiamo che tutti gli svedesi che scrivono siano dei fenomeni.

Voto: 7 generoso, attendo gli altri romanzi per farmi un’idea piu’ precisa.

Consigliato: a chi vuole iniziare ad addentrarsi nella lettura dei gialli senza dover per forza affrontare Agatha Christie.

Whitley Strieber – Communion

Posted in libri by Ares on aprile 22, 2010

Che crediate o meno agli UFO, io vi consiglio di leggere questo libro.

Se lo trovate, ovvio, è vecchiotto e non credo sia di facile reperibilita’…io l’ho trovato a 4€ e dev’essere di nona o decima mano perche’ non e’ esattamente in condizioni pari al nuovo.

Parlandone con un amico in Irlanda, mi disse che ne era ancora terrorizzato perché da bambino aveva visto un programma in tv in cui l’autore era venuto a parlarne e di punto in bianco mandarono a tutto schermo l’immagine dell’alieno in copertina…e il mio amico si spaventò. E ci credo, poveraccio…

Il signor Strieber racconta balle? O il suo sub-conscio gli gioca brutti scherzi? E le altre persone coinvolte? Tutta una truffa?

E se invece ci fossero davvero gli omini dello spazio che di notte ci rapiscono e ci portano sull’astronave e ci fanno un sacco di cose?

Un’analisi di fatti strani o inspiegabili per alcuni, un racconto di fantasia per altri. Chi ha ragione?

Nel dubbio, leggetelo.

Shutter Island

Posted in cinema by Ares on aprile 9, 2010

30/03/2010

Era tanto, tanto tempo che non vedevo un bel filmone paranoico.
Ansia, ansia, ansia.
Bello, il solito magnifico Martin Scorsese.
E Leonardo DiCaprio che non sbaglia più nulla e diventa sempre
più bravo.
Voto: 9, perché il 10 va solo a Roberto Baggio (???)

Per gli amici di ieri sera, quello che si pensava essere Robert DeNiro in realtà NON è Robert DeNiro. Non esiste nessun Robert DeNiro, sono 2 anni che sento questa storia.

E liberate il Kraken!

Ciao

Ares

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: