Le Grandi Recensioni

Captain America – Civil War

Posted in cinema by Ares on maggio 21, 2016

Dov’eravamo rimasti? Ah sì, gli Avengers con enorme sforzo erano riusciti a salvare il mondo dalla minaccia di Ultron (ennesima prova del talento di Tony “genio e sregolatezza” Stark) ma a farne le spese era stato il piccolo stato-città di Sokovia (??) assieme a un non bene precisato numero di persone. A casa mia si chiamano “danni collaterali”, e vorrei anche vedere: preferisci il mondo distrutto o il mondo ancora intero anche se senza qualche migliaia di umani e di uno staterello inutile?

captain-america-civil-war-final-poster

Questioni etiche a parte, un gruppo di Avengers capitanato da Captain America (e chi altri potrebbe capitanare?) arriva a Lagos, Nigeria, per dare la caccia a uno degli ultimi stronzi dell’Hydra che in Captain America Winter Soldier stava per far fuori mezzo mondo (e ancora).

Il problema è che tra gli Avengers ci sono anche le nuove reclute, inclusa quella figa di Wanda Maximoff che, per salvare il suo capitano, fa esplodere il cattivo di turno disintegrando mezzo palazzo in centro città e ammazzando un altro imprecisato numero di persone.

Al che, qualcuno dalle parti dei governi centrali decide di mettere un freno agli Avengers. Alcuni dicono “sì ok, giusto così” (Iron Man) altri “no, col cazzo, voglio continuare a fare come dico io” (Captain America).

Complice testosterone a mille (Captain America va al funerale dell’agente Carter che voleva farsi 70 anni prima, ma scopre che la nipote è forse più figa ma in sostanza non combina nulla a parte un bacio), ego (Iron Man vuole frenare tutti ma solo perché pensa che sia giusto che sia lui a decidere), il ritorno sulla scena di Bucky/Winter Soldier/amico-del-cuore-di-Steve-Rogers, ecco che gli eroi si dividono in fazioni.

Nel frattempo fanno la loro bella comparsa anche Pantera Nera (mai visto, chi è? Non sono un esperto di fumetti, comunque è un figo) e Spiderman (di gran lunga il più riuscito del film) a cui si aggiungono i recenti amici Visione, la Maximoff di cui sopra, coso lì con le ali (Falcon nda), e Ant-Man che è un imbecille ma fa ridere e diventa anche gigante. C’è anche War Machine/Rhodes che facendo a botte con gli altri amici-nemici a momenti ci resta secco, se la cava con la schiena rotta e la paralisi che Stark cerca di curare con una specie di esoscheletro.

La verità è che c’è un uomo proprio cattivo e incazzato con gli Avengers per la questione iniziale di Sokovia tanto che ha ideato un piano perfetto per far sì che si distruggano tra loro mwhhahahahahahahahaaaa….

Ovviamente non funzionerà, ma calci, pugni, esplosioni, superpoteri e bullismo non mancano. Forse un po’ troppo casino con tutti questi eroi, ma alla fine il prodotto è più che soddisfacente.

In tutto questo, Scarlett Johansson riesce ad essere irritante. Personalmente darei tutto in mano a Visione e Thor. Mi piacerebbe sapere dov’è finito Hulk. L’amichetto di Rogers decide di farsi ibernare per non fare più casino. Il cattivo di turno viene imprigionato ma si ha l’impressione che stia per arrivare altro casino, soprattutto alla luce delle varie gemme che stanno saltando fuori e che immagino saranno protagoniste dei prossimi capitoli di Avengers/Thor/Guardiani della Galassia.

Batman v Superman

Posted in cinema, stroncature by Ares on aprile 30, 2016

 

Il niente per 2 ore e mezza.

batmanvsuperman

La storia parte dalla fine de L’Uomo d’Acciaio, il reboot di Superman di qualche anno fa. Metropolis è stata fatta a pezzi dall’alieno in tuta blu e mutande rosse sopra la tuta e dai suoi nemici alieni.
In tutto questo Ben Affleck/Bruce Wayne guarda un suo palazzo che crolla, pensa al danno economico subito e decide che Superman deve morire. Ora, dopo aver visto la trilogia di Batman firmata da Nolan e aver visto un grande attore come Christian Bale interpretare Bruce Wayne/Batman, vedere un simile personaggio con le fattezze e la faccia da ebete di Affleck è davvero un pugno nello stomaco.

Ma andiamo avanti.

Lois Lane scopre che qualcuno vuole fregare Superman il quale scopre l’identità di Batman. In tutto questo appare Lex Luthor che è un ragazzino psicopatico perché il papà lo violentava. È pieno di soldi e non sa parlare, chiunque lo prenderebbe a calci in bocca fino a ucciderlo. Invece no, i soliti ebeti lo aiutano inconsapevolmente e lui scatena il disastro.

Batman quasi uccide Superman ma scopre che le loro mamme hanno lo stesso nome quindi capisce che è Luthor quello cattivo. Chiaro, no? Ma Luthor ha creato un supermostro col cadavere del vecchio nemico di Superman. Ecco che arriva dal nulla Wonder Woman ad aiutare i due supereroi. Poi alla fine ci pensa Superman che salva tutti e muore.

Il mostro viene ucciso. Lex Luthor è in galera ma annuncia l’arrivo di un altro supercattivo spaccaculi.

Nel frattempo appaiono anche Flash e Aquaman e un Cyborg.

Superman in realtà non è proprio morto, senza di lui è impossibile fare il film della Justice League.

In sostanza, Marvel batte DC Comics. E dopo la trilogia di Nolan, Batman non deve più essere protagonista di nessun film. Per farla breve, questo film è inutile.

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Posted in cinema by Ares on settembre 6, 2012

Altrimenti detto Batman…

Siamo così giunti alla fine della trilogia firmata Christopher Nolan, lontana anni luce dal Batman grottesco e colorato firmato Tim Burton e dai sequel degli anni 90, alcuni dei quali francamente imbarazzanti.

Gotham City è ripulita. In seguito alla morte di Harvey Dent, al sacrificio della bella e all’essersi preso la colpa di tutto Batman è svanito nel nulla. Bruce Wayne anche. Ma dalle fogne spunta un nuovo gruppo di criminali che più figlidiputtana non si può e, volente o nolente, il supereroe col mantello e la maschera e un sacco di armi fighissime deve tornare a combattere per salvare la città, il mondo, le persone a cui tiene e in fondo anche se stesso.

Questa, a grandissime linee, la trama. La sostanza è un film di quasi 3 ore in cui la lotta tra il bene e il male sembra già scritta. E il “male” affascina, tanto che molte delle sue affermazioni trovano riscontri nella realtà contemporanea, arrivando al punto che il regista sia stato accusato di aver fatto un film politico (oltreoceano si è aperto un acceso dibattito su questo aspetto). Il “male”, in fondo, ha ragione, ma il male è mascherato come il supereroe e le sue intenzioni non sono per nulla nobili, ovviamente, e il tutto rientra nella sfera personale dei protagonisti.

Il merito di Nolan è quello di averci restituito il Batman oscuro, tetro, violento, molto vicino all’idea originale del fumetto di Bob Kane, e la sua bravura è stata enormemente aiutata dall’ottimo cast. Gli eroi sono tormentati, la città ripulita nasconde personaggi e segreti ignobili e in fondo Gotham City non è altro che la rappresentazione della società umana. Temi classici, immortali, e per questo sempre vivi e attuali.

Per i miei giusti sarà difficile trovare un nuovo Batman all’altezza di questo, e sono sicuro che molti proveranno la stessa sensazione.

Tagged with: ,

Thor

Posted in cinema by Ares on maggio 7, 2011

Film bullo con un protagonista bullissimo.

Se poi il protagonista bullissimo è anche un dio armato di martello e il tutto è immerso nell’universo della Marvel Comics allora la soddisfazione è garantita.

Vale lo stesso discorso per tutti i film sui supereroi: se non vi piacciono o non conoscete nulla forse è meglio se andate a vedere altro.

Thor è un selvaggio attaccabrighe che ha solo voglia di picchiare tutti a martellate, quindi suo padre Odino (Anthony Hopkins) lo caccia via e lo manda sulla Terra dove diventa mortale.

Fatto è che va a sbattere contro Natalie Portman nel ruolo di quella che fa rinsavire l’eroe e gli fa capire che la guerra non è tutto. Botte da orbi, Thor salva l’universo e vissero felici e contenti (quasi).

C’è di mezzo anche l’agente dello S.H.I.E.L.D. già visto in Iron Man…immagino che arriveranno poi a fare il film sugli Avengers.

Thor: promosso. NOn promuovo invece la moda dei film in 3D…belli i primi 20 minuti, poi basta.

Tagged with: , ,

Iron Man 2

Posted in cinema, mezze stroncature by Ares on maggio 5, 2010

Siamo stati traditi.

Ci avevano promesso AC/DC a manetta e botte da orbi, invece ci hanno dato il contentino con Shoot To Thrill all’inizio (nella scena che salva il film dalla stroncatura definitiva) e Highway To Hell nei titoli di coda. In mezzo da notare Another One Bites The Dust (che NON è degli AC/DC…nda…) nell’altra scena decisiva del film: Iron Man sbronzo.

Comunque, che succede ad Iron Man/Tony Stark? Nemici (russi) ovunque, rivali senza scrupoli, Pepper Potts che ne ha le ovaie piene delle sue manie, Scarlett Johansson che fa la figa e nonostante tutto secondo me è l’attrice più sopravvalutata del mondo (totalmente inespressiva, dai, non deve fare cinema), Don Cheadle che fa il Grillo Parlante e Samuel L. Jackson che ogni volta che appare sulo schermo cambia il film, questa volta impersonando Nick Fury.

Botte da orbi, Tony Stark autodistruttivo e poi ripigliato per salvare il mondo e mettere la lingua in bocca a Gwyneth Paltrow. I cattivi sono morti o in galera. Gli USA sono salvi e il senatore stronzo di turno deve mangiarsi una merda. Ah, Tony Stark non muore perche’ inventa un nuovo elemento potentissimo e comunque vince per culo.

Fine.

Nulla di che, un fumettone ben confezionato e basta. Alla fine bisogna dire che le avventure dei supereroi al cinema sono comunque divertenti e fanno passare un paio d’ore col cervello spento, in totale relax.

Con meno dialoghi e più AC/DC sarebbe stato perfetto.

Voto: 5

Consigliato: agli amanti dei supereroi.

Tagged with: , ,

Spiderman 3

Posted in cinema, stroncature by Ares on aprile 9, 2010

16/05/2007

SAYONARA SPIDERMAN

Non ho ancora capito se ho visto un bel fumettone che in qualche momento scivola su delle cazzate immense, oppure un film del cazzo con qualche trovata geniale.
Tralasciando il fatto che Sam Raimi è malato, che Sam Raimi se non mette in mezzo il suo amico Bruce Campbell non è contento, che Bruce Campbell è ancora più coglione di quando ha fatto La Casa, La Casa 2 e L’Armate delle Tenebre, Spiderman 3 credo si possa definire come uno dei film più inutili degli ultimi anni. E di chi è la colpa???

Forse del fatto che una sostanza aliena simile a liquirizia posseduta dal demonio gli infetta il vestito e lo fa diventare cattivo? No, questa è bella, mi piace il supereroe che diventa cattivo e combatte coi suoi demoni. Un po’ come Anakin Skywalker.
Solo che un conto è essere cattivo col costume nero, un conto è vedere un pirla come Peter Parker che in versione cattivo va in giro coi capelli alla Placebo, che balla come uno in preda al delirium tremens in mezzo alla strada e ha la faccia da ragazzino che ha solo in mente di emulare la strage di Columbine.

I cattivi: Venom e UomoSabbia. Il primo, che mi pare nel fumetto originale sia uno dei più acerrimi nemici dell’Aracnide, dura 20 minuti, appare e scompare,. L’altro ad un certo punto piange…la Sabbia piange…mi verrebbe da dire “come la madonna di Civitavecchia”..ops, l’ho detto.
Il triangolo amoroso è ridicolo. Tutta l’azione sembra si svolga in 2 giorni, ma da come ne parlano i personaggi sembrano mesi, e in tutto questo Peter e Mary Jane (vaffanculo anche a lei) fanno in tempo a essere innamoratissimi, in crisi, lei lo odia, lei perde il lavoro, lui diventa cattivo e figo ed esce con la bionda svampita, umilia la ex (in una delle scene più stupide che io abbia mai visto…che tristezza…) che scappa dal migliore amico di lui che prima lo vuole morto, poi non ricorda, poi invece ricorda tutto, lo manda a cagare, ma poi lo aiuta….fffffffffaaaaaannnnnccccuuuuuulllloooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Era meglio Beautiful.

Altra genialata inutile: il maggiordomo di casa Osborne. Una più merdosa replica di Alfred che stava a casa Wayne non si poteva fare. Un vecchio rincoglionito.

Si salva l’azione, le sequenze in volo su New York son sempre spettacolari e direi basta così, francamente pochino. Uno Spiderman che salva tutto e tutti, si mette a fare il figo con la città, e naturalmente….il momento, la scena che mi ha fatto capire che avevo buttato via 5 euro

spiderman3-trailer-3

Una bella ventata di sano spirito patriottico come non se ne vedeva dai tempi di Armageddon.

Spiderman, ma vaffanculo.

Ares

Tagged with: , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: