Le Grandi Recensioni

Revenant

Posted in cinema by Ares on febbraio 11, 2016

Riuscirà Leonardo DiCaprio a vincere l’Oscar?

revenant

A giudicare da Revenant si direbbe di sì…anche se…premio oscar per questo quando non lo ha vinto per The Wolf of Wall Street (giusto per citare un film a caso)? Premiarlo per il film in cui parla di meno sembra più un riconoscimento alla fatica fatta durante la lavorazione (riprese a -30° eccetera). Va beh, staremo a vedere. Comunque è bravissimo.
Anche Tom Hardy, straordinario nel ruolo del bastardo-cattivo di turno.

The Revenant è una storia di morte e vendetta, ispirata alla vera storia di Hugh Glass che all’inizio dell’Ottocento riuscì a sopravvivere e a tornare dai compagni di avventura. E fin qui ci siamo.

L’impatto visivo del film di Inarritu è spettacolare, l’immensa desolazione degli spazi e della luce naturale meritano ben più di un premio per regia e fotografia. Devo però dire che in alcuni momenti ho pensato di guardare un documentario di National Geographic e non un film drammatico, mi è sembrato una sorta di grande autocelebrazione di tecnica cinematografica.

Il problema, per me, è che il film è di una lentezza a tratti esasperante. Forse l’idea è quella di trasmettere il tanto tempo trascorso nella ricerca e nel compimento della vendetta, tempo che viene scandito dal fuoco che riscalda e rischiara la notte, dai lunghi silenzi e dalla natura che appare spietatamente dura e ostile ma che è anche l’unica speranza alla quale aggrapparsi per sopravvivere dato che gli uomini sono (quasi) tutti dei disgraziati pronti a uccidere tutto quello che si muove attorno a loro.

Si guarda, e può piacere, ma posso capire tutti quelli che escono dalla sala delusi o un po’ annoiati.

Annunci

Body Of Lies

Posted in cinema, stroncature by Ares on aprile 11, 2010

24/11/2008

Film appena uscito qui in terra d’Irlanda.
Film che vede come protagonisti Leonardo DiCaprio e Russell Crowe.

Ora, perche’ non si scatena una guerra nucleare contro i terroristi?
E perche’ i terroristi non scatenano una guerra nucleare contro il resto del mondo?

Cosi non fanno piu’ film del genere “servizi segreti vs terrorismo”.

Comunque DiCaprio diventa sempre piu’ bravo, mentre Russell Crowe o fa il cazzone o fa il gladiatore…e sempre con la stessa faccia. Che sia stato colpito dalla sindrome di Nicholas Cage?
E a parte il soggetto ormai poco originale e’ un film che si puo’ guardare, tranquilli.

Una cosa sconvolgente e’ che la canzone che parte nei titoli di coda e’ “If The World” tratta da Chinese Democracy, il lassativo appena uscito che sembra sia stato prodotto da una cosa chiamata Guns n’ Roses (vedere post precedente).

Ares

Shutter Island

Posted in cinema by Ares on aprile 9, 2010

30/03/2010

Era tanto, tanto tempo che non vedevo un bel filmone paranoico.
Ansia, ansia, ansia.
Bello, il solito magnifico Martin Scorsese.
E Leonardo DiCaprio che non sbaglia più nulla e diventa sempre
più bravo.
Voto: 9, perché il 10 va solo a Roberto Baggio (???)

Per gli amici di ieri sera, quello che si pensava essere Robert DeNiro in realtà NON è Robert DeNiro. Non esiste nessun Robert DeNiro, sono 2 anni che sento questa storia.

E liberate il Kraken!

Ciao

Ares

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: