Le Grandi Recensioni

Captain America – Civil War

Posted in cinema by Ares on maggio 21, 2016

Dov’eravamo rimasti? Ah sì, gli Avengers con enorme sforzo erano riusciti a salvare il mondo dalla minaccia di Ultron (ennesima prova del talento di Tony “genio e sregolatezza” Stark) ma a farne le spese era stato il piccolo stato-città di Sokovia (??) assieme a un non bene precisato numero di persone. A casa mia si chiamano “danni collaterali”, e vorrei anche vedere: preferisci il mondo distrutto o il mondo ancora intero anche se senza qualche migliaia di umani e di uno staterello inutile?

captain-america-civil-war-final-poster

Questioni etiche a parte, un gruppo di Avengers capitanato da Captain America (e chi altri potrebbe capitanare?) arriva a Lagos, Nigeria, per dare la caccia a uno degli ultimi stronzi dell’Hydra che in Captain America Winter Soldier stava per far fuori mezzo mondo (e ancora).

Il problema è che tra gli Avengers ci sono anche le nuove reclute, inclusa quella figa di Wanda Maximoff che, per salvare il suo capitano, fa esplodere il cattivo di turno disintegrando mezzo palazzo in centro città e ammazzando un altro imprecisato numero di persone.

Al che, qualcuno dalle parti dei governi centrali decide di mettere un freno agli Avengers. Alcuni dicono “sì ok, giusto così” (Iron Man) altri “no, col cazzo, voglio continuare a fare come dico io” (Captain America).

Complice testosterone a mille (Captain America va al funerale dell’agente Carter che voleva farsi 70 anni prima, ma scopre che la nipote è forse più figa ma in sostanza non combina nulla a parte un bacio), ego (Iron Man vuole frenare tutti ma solo perché pensa che sia giusto che sia lui a decidere), il ritorno sulla scena di Bucky/Winter Soldier/amico-del-cuore-di-Steve-Rogers, ecco che gli eroi si dividono in fazioni.

Nel frattempo fanno la loro bella comparsa anche Pantera Nera (mai visto, chi è? Non sono un esperto di fumetti, comunque è un figo) e Spiderman (di gran lunga il più riuscito del film) a cui si aggiungono i recenti amici Visione, la Maximoff di cui sopra, coso lì con le ali (Falcon nda), e Ant-Man che è un imbecille ma fa ridere e diventa anche gigante. C’è anche War Machine/Rhodes che facendo a botte con gli altri amici-nemici a momenti ci resta secco, se la cava con la schiena rotta e la paralisi che Stark cerca di curare con una specie di esoscheletro.

La verità è che c’è un uomo proprio cattivo e incazzato con gli Avengers per la questione iniziale di Sokovia tanto che ha ideato un piano perfetto per far sì che si distruggano tra loro mwhhahahahahahahahaaaa….

Ovviamente non funzionerà, ma calci, pugni, esplosioni, superpoteri e bullismo non mancano. Forse un po’ troppo casino con tutti questi eroi, ma alla fine il prodotto è più che soddisfacente.

In tutto questo, Scarlett Johansson riesce ad essere irritante. Personalmente darei tutto in mano a Visione e Thor. Mi piacerebbe sapere dov’è finito Hulk. L’amichetto di Rogers decide di farsi ibernare per non fare più casino. Il cattivo di turno viene imprigionato ma si ha l’impressione che stia per arrivare altro casino, soprattutto alla luce delle varie gemme che stanno saltando fuori e che immagino saranno protagoniste dei prossimi capitoli di Avengers/Thor/Guardiani della Galassia.

Annunci

Iron Man 2

Posted in cinema, mezze stroncature by Ares on maggio 5, 2010

Siamo stati traditi.

Ci avevano promesso AC/DC a manetta e botte da orbi, invece ci hanno dato il contentino con Shoot To Thrill all’inizio (nella scena che salva il film dalla stroncatura definitiva) e Highway To Hell nei titoli di coda. In mezzo da notare Another One Bites The Dust (che NON è degli AC/DC…nda…) nell’altra scena decisiva del film: Iron Man sbronzo.

Comunque, che succede ad Iron Man/Tony Stark? Nemici (russi) ovunque, rivali senza scrupoli, Pepper Potts che ne ha le ovaie piene delle sue manie, Scarlett Johansson che fa la figa e nonostante tutto secondo me è l’attrice più sopravvalutata del mondo (totalmente inespressiva, dai, non deve fare cinema), Don Cheadle che fa il Grillo Parlante e Samuel L. Jackson che ogni volta che appare sulo schermo cambia il film, questa volta impersonando Nick Fury.

Botte da orbi, Tony Stark autodistruttivo e poi ripigliato per salvare il mondo e mettere la lingua in bocca a Gwyneth Paltrow. I cattivi sono morti o in galera. Gli USA sono salvi e il senatore stronzo di turno deve mangiarsi una merda. Ah, Tony Stark non muore perche’ inventa un nuovo elemento potentissimo e comunque vince per culo.

Fine.

Nulla di che, un fumettone ben confezionato e basta. Alla fine bisogna dire che le avventure dei supereroi al cinema sono comunque divertenti e fanno passare un paio d’ore col cervello spento, in totale relax.

Con meno dialoghi e più AC/DC sarebbe stato perfetto.

Voto: 5

Consigliato: agli amanti dei supereroi.

Tagged with: , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: