Le Grandi Recensioni

Batman v Superman

Posted in cinema, stroncature by Ares on aprile 30, 2016

 

Il niente per 2 ore e mezza.

batmanvsuperman

La storia parte dalla fine de L’Uomo d’Acciaio, il reboot di Superman di qualche anno fa. Metropolis è stata fatta a pezzi dall’alieno in tuta blu e mutande rosse sopra la tuta e dai suoi nemici alieni.
In tutto questo Ben Affleck/Bruce Wayne guarda un suo palazzo che crolla, pensa al danno economico subito e decide che Superman deve morire. Ora, dopo aver visto la trilogia di Batman firmata da Nolan e aver visto un grande attore come Christian Bale interpretare Bruce Wayne/Batman, vedere un simile personaggio con le fattezze e la faccia da ebete di Affleck è davvero un pugno nello stomaco.

Ma andiamo avanti.

Lois Lane scopre che qualcuno vuole fregare Superman il quale scopre l’identità di Batman. In tutto questo appare Lex Luthor che è un ragazzino psicopatico perché il papà lo violentava. È pieno di soldi e non sa parlare, chiunque lo prenderebbe a calci in bocca fino a ucciderlo. Invece no, i soliti ebeti lo aiutano inconsapevolmente e lui scatena il disastro.

Batman quasi uccide Superman ma scopre che le loro mamme hanno lo stesso nome quindi capisce che è Luthor quello cattivo. Chiaro, no? Ma Luthor ha creato un supermostro col cadavere del vecchio nemico di Superman. Ecco che arriva dal nulla Wonder Woman ad aiutare i due supereroi. Poi alla fine ci pensa Superman che salva tutti e muore.

Il mostro viene ucciso. Lex Luthor è in galera ma annuncia l’arrivo di un altro supercattivo spaccaculi.

Nel frattempo appaiono anche Flash e Aquaman e un Cyborg.

Superman in realtà non è proprio morto, senza di lui è impossibile fare il film della Justice League.

In sostanza, Marvel batte DC Comics. E dopo la trilogia di Nolan, Batman non deve più essere protagonista di nessun film. Per farla breve, questo film è inutile.

Annunci

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Posted in cinema by Ares on settembre 6, 2012

Altrimenti detto Batman…

Siamo così giunti alla fine della trilogia firmata Christopher Nolan, lontana anni luce dal Batman grottesco e colorato firmato Tim Burton e dai sequel degli anni 90, alcuni dei quali francamente imbarazzanti.

Gotham City è ripulita. In seguito alla morte di Harvey Dent, al sacrificio della bella e all’essersi preso la colpa di tutto Batman è svanito nel nulla. Bruce Wayne anche. Ma dalle fogne spunta un nuovo gruppo di criminali che più figlidiputtana non si può e, volente o nolente, il supereroe col mantello e la maschera e un sacco di armi fighissime deve tornare a combattere per salvare la città, il mondo, le persone a cui tiene e in fondo anche se stesso.

Questa, a grandissime linee, la trama. La sostanza è un film di quasi 3 ore in cui la lotta tra il bene e il male sembra già scritta. E il “male” affascina, tanto che molte delle sue affermazioni trovano riscontri nella realtà contemporanea, arrivando al punto che il regista sia stato accusato di aver fatto un film politico (oltreoceano si è aperto un acceso dibattito su questo aspetto). Il “male”, in fondo, ha ragione, ma il male è mascherato come il supereroe e le sue intenzioni non sono per nulla nobili, ovviamente, e il tutto rientra nella sfera personale dei protagonisti.

Il merito di Nolan è quello di averci restituito il Batman oscuro, tetro, violento, molto vicino all’idea originale del fumetto di Bob Kane, e la sua bravura è stata enormemente aiutata dall’ottimo cast. Gli eroi sono tormentati, la città ripulita nasconde personaggi e segreti ignobili e in fondo Gotham City non è altro che la rappresentazione della società umana. Temi classici, immortali, e per questo sempre vivi e attuali.

Per i miei giusti sarà difficile trovare un nuovo Batman all’altezza di questo, e sono sicuro che molti proveranno la stessa sensazione.

Tagged with: ,

The Dark Knight

Posted in cinema by Ares on aprile 14, 2010

27/07/2008

Mah…

Ok, Ledger era di un’altra categoria e il suo Joker folle e distruttore vale il prezzo del biglietto.
Ma il resto?

Che noia.

Ok, Bruce Wayne che non sa che cazzo fare…combatto, non combatto, uccido, non uccido, salvo lui, salvo lei, salvo tutti, non salvo nessuno, scappo con delle gnocche mai viste e vaffanculo Gotham (la scelta piu’ sensata…se fossi stato io Bruce Wayne il film sarebbe durato 5 minuti: “Aiuto Batman! Joker e tutti gli altri stronzi ci stanno facendo a pezzi!” – stacco Bruce Wayne/Ares in barca zona Isole Marchesi “Tenetevi pure quel cesso di Gotham City e andate a cagare” – arriva Joker che uccide tutti e diventa padrone di Gotham. Fine del film.)…Harvey Dent, e i criminali e la morale che per battere il crimine e il male devi diventarne parte sacrificando quello che ami.

Niente di nuovo.

Quindi tutto il rumore e l’eccitazione per questo film erano dovuti solo ed esclusivamente alla morte di Heath Ledger.

Voto complessivo: sufficiente.

Voto attori: inutili, eccetto Ledger-Joker superlativo.

Ares

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: