Le Grandi Recensioni

Alice Cooper – live in Padova 13-10-2011

Posted in concerti, musica by Ares on ottobre 14, 2011

Dopo poco più di un anno sono tornato a vedere lo zio Alice dal vivo!

Tour ‘No More Mr Nice Guy’ che vede il nostro eroe ancora in giro per il mondo forte di un nuovo album, di nuovo in giro col suo carrozzone horror-rock grandguignolesco e grottesco, con una band da urlo nella quale ieri sera brillava per vari motivi Orianthi (per la quale il tag ‘figa e talento’ è anche riduttivo nda)..

Ma il concerto? Voglio menzionare la band suopporter, tali The Treatment, 5 ragazzotti inglesi che fanno del sano hard-rock vecchio stile che ci hanno intrattenuti alla grande per mezz’ora.

Poi cambio palco, buio in sala, e inizia lo show…

Quasi 2 ore a ripercorrere l’intera carriera di Alice Cooper con apertura affidata a The Black Widow, Brutal Planet e I’m Eighteen e poi via attraverso No More Mr Nice Guy, Hey Stoopid, Poison, School’s Out, Million Dollar Babies, Is It My Body, Feed My Frankenstein, la nuova I’ll Bite Your Face Off e, per la mia immensa gioia, Only Women Bleed che l’anno scorso non aveva eseguito.

Mostri e ghigliottine, bambole e dollari, gente infilzata a colpi di spada…e lui, il mattatore, che nel finale sulle note di Elected ha fatto capire che potrebbe benissimo governare il mondo molto meglio di tanti altri. E a 60 anni suonati, e con quest’energia, tanto di cappello…

Performer straordinario.

10 e lode.

Alice Cooper – Welcome 2 My Nightmare

Posted in dischi, musica by Ares on ottobre 5, 2011

Il ritorno di Alice Cooper!

Con il seguito del capolavoro datato 1975 Welcome To My Nightmare…o forse una rivisitazione dell’idea originale…o qualcos’altro ancora.

La cosa più piacevole è sentire che lo zio Alice si diverte ancora come un ragazzino nonostante non sia più un ragazzino, e lo si capisce perché questo nuovo concept-album, pur non essendo all’altezza del magnifico originale, suona alla grande tra poderose cavalcate rock come A Runaway Train ed episodi alla Tom Waits come la successiva Last Man On Earth…ma non solo…

Aperto dalla suggestiva I Am Made Of You, la storia è quella del precipizio nell’incubo pazzoide, tra treni che deragliano e discese all’inferno, che ci viene raccontato con la solita miscela di orrore e ironia che è il vero tratto distintivo dell’alter-ego di Vincent Fournier. E la miscela prevede ballate, rock’n’roll, accenni di elettronica e di pop e addirittura un vago sapore disco (Disco Bloodbath Boogie Fever) sempre immersi in una base fatta di chitarre a tutto spiano con alcuni ospiti illustri come l’ex Marilyn Manson John 5 o la nuova stella pop Kesha che duetta in What Baby Wants.

Altro elemento suggestivo è il ritorno in cabina di regia di buona parte della squadra del 1975, incluso Bob Ezrin (proprio quello che lavorò coi Pink Floyd per The Wall) produttore e co-autore delle canzoni a cui ovviamente va il merito per aver saputo equilibrare tutto il materiale (musicale e umano) a disposizione. Quasi a voler cercare una continuità col fratello più vecchio che non fosse solo qualche accenno delle canzoni del disco del 1975 inserito nei meandri del nuovo lavoro…i più attenti ed esperti troveranno echi di Steven, Only Women Bleed, The Black Widow e altre.

Negli ultimi 20 anni Alice Cooper non sarà finito in cima alle classifiche (dai tempi di Hey Stoopid? mah…) ma ha continuatao a sfornare dischi e fare tour in giro per il mondo. Alcuni lavori sono finiti nell’oblio, altri sono interessanti (come Along Came a Spider del 2008) e questo Welcome 2 My Nightmare può benissimo entrare nel gruppo delle migliori prove del nostro eroe e sono sicuro che i fan lo apprezzeranno.

In attesa di vederlo dal vivo la prossima settimana…

Alice Cooper – live in Majano 12/08/2010

Posted in concerti, musica by Ares on agosto 13, 2010

Ghigliottine e chitarre elettriche, mostri e bambolotti decapitati, veleno, Cold Ethyl, e tanto altro ancora.

Puro spettacolo. Puro teatro-rock. Per certi versi uno dei migliori concerti a cui io abbia mai assistito.

Questa in estrema sintesi la descrizione del concerto di Alice Cooper a cui ho assistito ieri sera. Concerto kitsch ed energico, ricco di trovate sceniche divertenti, bizzarre e dal sapore horror.

Da ridere, l’ironia è palpabile e solo uno stupido o, peggio, un bigotto potrebbe davvero credere che Alice Cooper sia un personaggio cattivo.

Grandi classici a iosa: da School’s Out a No More Mr Nice Guy e poi Cold Ethyl, I’m Eighteen, Poison…unica nota stonata (per me) il fatto che non sia stata proposta Only Women Bleed (una delle mie canzoni preferite di sempre…sigh…).

Per questo ho deciso di tornare a vedere Alice Cooper tra pochi mesi…sperando che la suoni, altrimenti amen…assisterò a una nuova esibizione di un performer straordinario, un genio.

Voto: 10.

Alice Cooper – Welcome To My Nightmare

Posted in dischi, musica by Ares on giugno 2, 2010

Cosa sarebbe il mondo senza Alice Cooper?

Risposta: sarebbe un posto più noioso, e gente come Marilyn Manson e King Diamond non sarebbero mai esistiti, e nemmeno cose ancora più imbarazzanti come Twisted Sister. Si puo’ quindi dire che certa roba è anche colpa di Alice Cooper…???

Ma agli sprovveduti ignoranti che pensano ad Alice Cooper ridendo come scemi al pensiero di trucchi, maschere, ghigliottine, bambole impalate e  sangue, serpenti e tutto l’armamentario kitsch che da sempre accompagna le esibizioni del grande performer, io presento uno dei più alti momenti della storia del rock.

Welcome To My Nightmare è un concept-album del 1975, è il primo album di Alice Cooper come solista e, a mio insindacabile giudizio, è un capolavoro. Non ammetto critiche.

E’ la storia del viaggio attraverso gli incubi di un ragazzino chiamato Steven. Un album tetro, oscuro, che passa da brani hard-rock come Department Of Youth e Cold Ethyl a ballate sognanti come Only Women Bleed o da brividi maligni come Steven.

Non ci sono parole per descriverlo, bisogna solo ascoltare.

Ed entrare nell’incubo.

Voto: capolavoro.

Consigliato: a tutti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: