Le Grandi Recensioni

Robert Palmer – Deep Blues

Posted in libri by Ares on agosto 7, 2013

Premessa: questo libro non è mai stato tradotto in italiano ed è stato pubblicato nel 1980. Ergo, specie nelle ultime pagine, ci sono frasi che risultano datate.

Detto questo, se masticate l’Inglese e siete curiosi di conoscere la storia del blues e i personaggi che hanno contribuito a creare il genere musicale che ha dato vita al 90% di tutto quello che si ascolta oggi, questo è il libro che fa per voi.

deep_blues_f

Robert Palmer racconta la storia di leggende come Charley Patton e Muddy Waters, Robert Johnson e Robert Lockwood Jr. fino ad arrivare ad Albert King, Ike Turner ed Elmore James. Ci racconta di negri e piantagioni, musicisti vagabondi, schiavi, che in un territorio grande quanto la Lombardia (forse anche meno) giravano per le fattorie e le cittadine, prima di spingersi poi verso città come Chicago, Memphis, New Orleans, Houston, Detroit, New York. E nelle baracche delle piantagioni e in cittadine come Helena o Greenwood posero le basi di un nuovo genere musicale.

E’ la storia del blues e delle sue radici che affondano nella cultura africana, nel voodoo. E’ la storia del blues e delle sue leggende come il “patto col diavolo”. E’ la storia del blues e dei suoi protagonisti, delle sue mille facce, della sua evoluzione.

E’ anche uno straordinario lavoro di ricerca su uno degli aspetti più importanti non solo della cultura americana del Ventesimo secolo, ma su un movimento che inconsciamente e senza nessuna reale intenzione ha avuto un impatto immenso nella musica moderna. Una vera rivoluzione nata dai più poveri e bistrattati, ma che in qualche modo ha finito poi per colpire una generazione di giovani musicisti oltreoceano, tra la fine degli anni 50 e l’inizio dei 60. Una musica che ha contribuito alla nascita del rock’n’roll e ha formato generazioni di musicisti e che ancora oggi cattura e incanta con le sue storie.

Da avere nella propria biblioteca personale.

Annunci
Tagged with: , , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] cosa interessante, e la grande differenza con un altro straordinario libro sul blues, ovvero Deep Blues di Robert Palmer, e’ che Wald compie soprattutto un’analisi storica (mentre Palmer ha avuto un taglio […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: