Le Grandi Recensioni

The Beatles – Please Please Me

Posted in dischi, musica by Ares on marzo 22, 2013

Oggi cade il cinquantesimo anniversario della pubblicazione di questo:

please-please-me

Il primo album dei Beatles, serve aggiungere altro?

Annunci

13 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Genericamentegiuseppe said, on marzo 22, 2013 at 22:12

    Bravo George Martin. Un po’ meno gli altri.

    Mi piace

    • Ares said, on marzo 23, 2013 at 09:34

      Puoi spiegare?

      Mi piace

      • Genericamentegiuseppe said, on marzo 23, 2013 at 09:50

        Grande Martin come arrangiatore, all’epoca i Beatles andavano ancora svezzati (erano piuttosto scarsi!), se non era per lui ci saremmo persi robette come Sgt.Pepper’s e pezzi allucinanti like Come Together, I’m The Warlus, Happines Is A Warm Gun e via dicendo (senza contare le varie cover fatte negli anni da gente come Hendrix e Cocker). Martin, sebbene non ci credesse all’inizio, ha avuto il merito di essersi fatto un culo così con una band che potenzialmente non sembrava un granché. Insomma: bravo George, se te ne stavi a casa quel giorno ci saremmo persi i Beatles!

        Mi piace

      • Ares said, on marzo 23, 2013 at 09:54

        Verissimo, troppo spesso la figura e l’importanza di George Martin vengono dimenticate. Ti consiglio il suo libro “Summer of Love”, racconta di come ha conosciuto i Beatles e soprattutto la creazione di Sgt Pepper’s.

        Mi piace

      • Genericamentegiuseppe said, on marzo 23, 2013 at 10:03

        Ce lo dovrebbe avere un mio amico che è piuttosto fogato con Lennon, prometto che me lo farò prestare.

        Mi piace

    • Skonch said, on marzo 23, 2013 at 11:53

      Martin è sicuramente da considerare il quinto Beatle, perchè se è vero che loro senza di lui non sarebbero diventati THE BEATLES è altrettanto vero, secondo me, che lui non avrebbe fatto le stesse cose con altri quattro a caso.

      Mi piace

      • Ares said, on marzo 23, 2013 at 11:54

        Altrettanto vero.

        Mi piace

      • Genericamentegiuseppe said, on marzo 23, 2013 at 12:41

        Su questo non sono d’accordo. Tecnicamente i Beatles non valevano niente, e i primi arrangiamenti di Martin non sarebbero di certo cambiati in base alla band, anzi: Martin non credeva in loro botto. Nel ’66 i Beatles tirano fuori qualcosa con “Revolver”, ma non dimentichiamoci che sempre allora c’erano i The Music Machine, c’era Brian Auger già da tempo, il primo disco dei Buffalo Springfield, i 13th Floor Elevators, i Seeds, senza contare che c’erano già stati gli influentissimi Sonics e i Question Mark & The Mysterians.

        Non erano di certo i più bravi della piazza, allora.

        Mi piace

      • Ares said, on marzo 23, 2013 at 13:05

        “Tecnicamente i Beatles non valevano niente…Non erano di certo i più bravi della piazza, allora.”
        E da quando la musica è una gara a chi suona meglio?

        Mi piace

      • Genericamentegiuseppe said, on marzo 23, 2013 at 13:17

        Non ho detto questo.
        Gli Stooges suonavano anche peggio, ma hanno cambiato la storia del rock introducendo linguaggi che anticipavano il punk.
        I Beatles invece erano solo scarsi tecnicamente, non avevano ancora introdotto un nuovo linguaggio, essenzialmente non ne avevano le capacità nel 1960, allora la mente creativa era davvero Martin.
        Nulla di quello che nel 1960 hanno fatto i Beatles era paragonabile ad una qualsiasi canzone dei Question Mark & The Mysterians (tanto per dire un nome), mettiamo in discussione la portata di “Please Please Me” a “96 Tears” dei Mysterians?.
        A Cesare quel che è di Cesare.

        Mi piace

      • Ares said, on marzo 23, 2013 at 13:49

        Mi sembra di leggere Scaruffi.

        Mi piace

      • Genericamentegiuseppe said, on marzo 23, 2013 at 14:46

        Non direi.
        Scaruffi che io sappia li vorrebbe cancellati dalla storia, io no, visto che adoro molti loro lavori e tra i miei pezzi preferiti in assoluto c’è Isolation del prode Lennon, direi che non mi sembrerebbe molto giusto buttarli via.

        Credo che Scaruffi abbia delle competenze, come anche alcuni critici che leggo sul Buscadero, su Blow Up, sul Mucchio, ma non per questo se li leggo le loro opinioni sono le mie opinioni.
        Mi sono ritrovato spesso d’accordo con Lester Bangs, di cui ammiro lo sviluppo personale nel modo di ascoltare il rock e viverlo. Amo moltissimo quel modo di intendere il rock, piuttosto che quello di Scaruffi.

        I miei punti di riferimento sono i Sonics, sono i Machine Music, ma anche i Rare Bird, John Zorn, Anthony Braxton, Brian Auger, Jimmi Smith, Ty Segall, i Godz, i Gentle Giant, ma in realtà cambiano spesso perché non faccio classifiche, al contrario di Scaruffi, e sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo.
        Fino a quattro anni fa vivevo essenzialmente di Pink Floyd, Led Zeppelin, Deep Purple, Tangerine Dream, Genesis, Beck, Björk, Battles e Emerson, Lake & Palmer, ma non mi sono fermato lì, e molti di questi artisti li ho rivalutati molto, altri meno, e addirittura alcuni (tipo i Gogol Bordello, i Guns n’ Roses che piacciono fra l’altro a Scaruffi, i Muse, i Radiohead e altri) li ho quasi rifiutati del tutto, ormai troppo lontani dalla mia personale idea di rock.

        Detto questo rispetto la sua opinione come quella di tutti, e anch’io ho la mia.
        Tutto qua.
        Non vorrei che leggessi una vena polemica nei tuoi confronti, perché non c’è.

        Mi piace

      • Ares said, on marzo 23, 2013 at 14:55

        Tranquillo, nessun problema.

        Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: