Le Grandi Recensioni

007 Skyfall

Posted in cinema by Ares on novembre 22, 2012

Se aspetto ancora un po’ arriva la fine del mondo e mi perdo l’ultimo film di James Bond…

Devo dire che, nonostante le perplessità su Daniel Craig, questa nuova immagine che si sta creando dell’agente segreto più famoso del mondo mi piace.

Mi piace come stiano ricostruendo il personaggio, mi piace il fatto che il reboot ci stia presentando aspetti della vita e della personalità di 007 che nei 20 e più film precedenti erano stati volutamente o meno tralasciati in nome dei altre cose che hanno contribuito a creare il personaggio più famoso e longevo della storia del cinema.

Skyfall non è un film di spionaggio, è piuttosto un action-thriller-movie, una storia di odio-amore e vendetta nel quale l’eroe Bond appare più umano di quanto non lo sia mai stato, o forse umano solo come lo era stato il bistrattato George Lazenby nell’ancor più bistrattato (ingiustamente) Al Servizio Segreto di Sua Maestà nel lontano 1969…film che se avesse avuto Connery sarebbe stato la perfezione assoluta.

Il triangolo Bond – M – Silva (lo strepitoso Javier Bardem) ci porta in giro pere il mondo fino ad arrivare al principio e alla fine del processo di creazione del James Bond che abbiamo conosciuto nei 50 anni precedenti. Tanti nodi vengono al pettine, nuovi-vecchi personaggi entrano in gioco e in un certo senso questo terzo film chiude un ipotetico cerchio che era iniziato con Casino Royale. Per certi versi credo si possa fare un parallelo tra il James Bond impersonato da Daniel Craig e la recente trilogia di Batman firmata da Christopher Nolan, l’eroe-umanizzato, il combattere con i propri demoni, temi di questo genere, classici e attuali, sempre.

La regia di Sam Mendes è perfetta, magistrale la sequenza d’apertura, molto lontana dallo 007 “classico” dei primi 40 anni, moderna e per fortuna non legata solamente all’azione.

Insomma, James Bond è rinato. Non trovo giusto fare paragoni con il passato, il mondo è cambiato e con lui i nemici di Bond e soprattutto il modo di fare cinema. Adesso si è aperto il secondo cinquantennio della sua storia, chissà come andrà a finire?

Annunci
Tagged with: ,

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Onesto e Spietato said, on dicembre 1, 2012 at 13:48

    Sam Mendes resetta 50 anni di storia cinematografica dell’agente segreto più famoso al mondo e dà il via ad un nuovo corso. Daniel Craig ci piace perchè è un Bond con dei limiti che sono la sua marcia in più, il discriminante da un terminatoriano Jason Bourne. Ne parlo anche qui: http://goo.gl/gspFy 😀

    Mi piace

  2. thecinemacompany said, on gennaio 21, 2014 at 19:33

    Le perplessità su Craig potevano esserci, ma non certo su tre pezzi grossi come Bardem, Fiennes e la Dench. Film magnifico, non aggiungo altro e ti invito a visionare e commentare il mio blog (http://thecinemacompany.wordpress.com/recensioni-2/recensioni/skyfall-2012/)

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: