Le Grandi Recensioni

Primus live in Pordenone 23-03-2012

Posted in concerti, musica by Ares on marzo 24, 2012

Per nostra fortuna, i Primus sono ancora completamente pazzi.

la foto qui sopra si riferisce all’intervallo, quando a meta’ concerto hanno pensato bene di andarsene nel backstage per 20 minuti e farci vedere 3 cartoni animati di Braccio di Ferro…

Allora, che sappiano suonare non lo si e’ certo scoperto ieri sera: Les Claypool e soci sono stati una delle punte di diamante del rock alternativo degli anni 90 sfornando dischi magnifici e folli come Pork Soda, Tales From The Punchbowl, Seas of Cheese e tanti altri.

Ieri sera, in quel di Pordenone, hanno messo in moto la macchina del tempo e riportato molti 30(e oltre)enni al tempo della loro adolescenza, quando eravamo tutti quanti abbastanza sballoni e i Primus erano uno dei gruppi piu’ sballoni della scena rock. Quindi via per 2 ore e mezza di canzoni a ripercorrere gran parte della gloriosa carriera della band, con l’istrionico Claypool che suona il basso sempre col suo stile inconfondibile e canta con la sua voce surreale snocciolando perle come Winona’s Big Brown Beaver, Lee Van Cleef, Green Ranger, Last Salmon Men, Jerry Was a Race Car Driver e chiusura con Groundhog’s Day e Too Many Puppies.

Claypool, Larry LaLonde alla chitarra e Jay Lane alla batteria se ne strafregano apertamente di fare le cose in maniera normale. Suonano quando e quanto gli va, improvvisano il giusto (e comunque sempre tenendo conto delle immagini proiettate dal videowall “scortato” dai due atronauti) e in sostanza hanno un approccio nei confronti della musia e dei fans distante anni luce dall’andazzo contemporaneo che prevede la presentazione delle canzoni tali e quali al disco senza minimamente preoccuparsi di trasmettere qualcosa. Ecco, ho fatto la solita polemica. Evviva!

Altra categoria, altra generazione.

Altra classe.

Annunci
Tagged with: , ,

8 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. L'anormale di pisa said, on marzo 24, 2012 at 16:55

    hanno fatto my name is mud?

    Mi piace

  2. Lorenzo said, on marzo 25, 2012 at 11:02

    la scelta di fare i 15 minuti di pausa con i 3 episodi di Popeye è chiaramente voluta per staccare la prima parte di concerto dalla seconda in cui hanno eseguito l’INTERO ultimo disco rispettando la tracklist..

    detto questo alla fine hanno fatto 2h30 effettive di concerto quindi dal punto di vista della durata non ci si può affatto lamentare..
    per il resto nulla da dire, sono di un altro pianeta..

    sono rimasto deluso dal pubblico.. pensavo di trovare molte più persone invece saremo stati 2.000 persone a farla grande..
    viene a suonare in Italia uno dei gruppi migliori della storia della musica (perchè è questo che sono…) e ci sono 4 gatti a vederli.. arrivano quei buffoni dei Red Hot all’Heineken.. e vedrete che faranno il sold out…

    Mi piace

    • Ares said, on marzo 25, 2012 at 13:49

      Non avevo notato l’esatta sequenza del disco, grazie.

      Questione pubblico: secondo me il fatto che non ci sia stato il pienone non deve soroprendere. Era venerdi sera, e magari tanti erano ancora impegnati col lavoro. Poi i Primus sono sicuramente una delle band migliori degli ultimi 30 anni, ma sono sempre stati un gruppo un po’ di nicchia a differenza di altri. Quindi direi tutto normale.

      Mi piace

  3. bixx said, on marzo 25, 2012 at 13:13

    too many puppies!

    quanti ricordi, davvero. avrei voluto esserci.

    Mi piace

    • Ares said, on marzo 25, 2012 at 13:50

      Credimi che per l’atmosfera e la musica e’ come se avessi fatto un salto indietro di 15 anni…

      Mi piace

  4. Joey Cruel said, on marzo 30, 2012 at 23:10

    Specifichiamo che il primo set è stato davvero piacevole con svariati pezzi dai loro album precedenti, il secondo set è stato la riproposizione per intero dell’ultimo album che per quanto totalmente Primus è troppo sperimentale (a parte 4 pezzi) per proporlo per intero in sede live. Buon concerto ma non ottimo. 4 su 5, comunque da non perdere.

    Mi piace

  5. War said, on luglio 23, 2012 at 14:31

    Io sono stato a quello di brescia con un mio carissimo amico (premetto che abbiamo oramai superato abbondantemente i 30) e abbiamo fatto un tuffo nel passato con zaino pieno di birre e tasche piene di trombe…unico rammarico quello di aver dato i soldi a ticketone quando i biglietti si potevano acquistare tranquillamente dal botteghino fuori dal concerto, sono sempre quel pizzo del 20%

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: