Le Grandi Recensioni

Led Zeppelin – How The West Was Won

Posted in concerti, dischi, DVD, musica by Ares on aprile 21, 2011

Spinto da un commento nel post dedicato a Live at Leeds ecco due righe a proposito di un ritrovamento che qualche anno fa provoco’ scompensi cardiaci e in generale un senso di gioia incontenibile.

La storia ce la racconta l’esoterico Jimmy Page il quale, durante una ricerca di materiale ledzeppeliniano, ebbe modo di recuperare la registrazione integrale e magnificamente conservata di un paio di concerti tenuti a Los Angeles nel 1972.

Led Zeppelin all’apice, freschi della pubblicazione di Houses Of The Holy, se avete letto Hammer of The Gods sapete che in quel periodo quei quattro erano la miglior band del pianeta e i fans sarebbero morti per loro. In piu’ Page stava cercando di far colpo su una tizia pazzesca e suonava più ispirato che mai.

Comunque sia, questo triplo live è un reperto di inestimabile valore per l’energia che trasmette e perché proprio come il lve degli Who è una testimonianza di che cosa doveva essere un concerto rock nell’epoca d’oro del rock, quando le band più’ in voga suonavano per 3 ore e si lasciavano andare a sperimentazioni e improvvisazioni e nessuno aveva da ridire nulla. Quindi dalle iniziali Immigrant Song e Heartbreaker si va a finire alla conclusiva Bring It On Home e in mezzo ci trovate una tranquilla versione da 25 minuti di Dazed and Confused o un’altra di simile durata di Whole Lotta Love; la parte acustica con Going To California e That’s The Way, e poi The Ocean e Stairway To Heaven, What Is and What Should Never Be e Since I’ve Been Loving You.

Ma la cosa ancor più figa è che quando venne pubblicato questo bel triplo cd arrivò nei negozi anche il suo socio dvd

La figata massima di questo cofanetto sta nel fatto che i dvd in questione coprono l’intera carriera dei Led Zeppelin, dal conceto alla Royal Albert Hall del 1969 fino al festival di Knebworth nel 1979, circa un anno prima della morte di Bonzo Bonham e la conseguente fine della band.

Gioielli del genere non dovrebbero mancare nella discoteca e videoteca di ogni rocker…

Annunci
Tagged with: , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Francesco said, on aprile 22, 2011 at 21:50

    Beh, come ho già fatto capire in precedenza, questa raccolta è secondo me uno degli esempi massimi della forza propulsiva del rock. Siamo difronte ad un puro concentrato musicale di magniloquenza; c’è tutto qui dentro: classe, dinamismo, epicità e sopratutto “semplice” e “pura” potenza espressiva. La forza dei volumi è devastante, l’impatto è quasi fisico. Su tutte cito “Whole lotta love”, arricchita da quella serie di cover che ribaltano il blues in hard rock.
    Titanico.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: