Le Grandi Recensioni

Michael Jackson – Dangerous

Posted in dischi, musica by Ares on aprile 3, 2011

La fortuna di un album dipende anche dal momento in cui viene pubblicato.

E quest’album ha avuto la sfiga di arrivare sugli scaffali dei negozi nel momento sbagliato.

Pubblicato nel novembre del 1991 (tra pochi mesi fanno 20 anni…sembra ieri…va beh…) Dangerous veniva presentato come, ovviamente, un altro ennesimo capolavoro di sua maestà Michael Jackson che faceva irruzione negli anni 90 dopo aver dominato il decennio precedente con cose come Bad e Thriller.

Ora, facendo qualche ricerca e affidandomi ai ricordi posso affermare che verso la fine del 1991 venivano pubblicati o lo erano appena stati o stavano per esserlo album come: Badmotorfinger dei Soundgarden, Ten dei Pearl Jam, Gish degli Smashing Pumpkins e Nevermind dei Nirvana. Aggiungiamo anche gli Use Your Illusion dei Guns n’ Roses e Achtung Baby degli U2 e il quadro è completo. Vale a dire, se Dangerous fosse stato pubblicato alla fine del 1990 avrebbe avuto un successo ben maggiore di quello comunque ottenuto (a oggi più di 30 milioni di copie…e a volte se ne parla come fosse un flop…boh?), ma la scena musicale era cambiata e nulla sarebbe più stato come prima.

Contesto storico-musicale a parte, Dangerous è un album diverso dai precedenti: più rischioso e dai suoni più duri, mischia sapientemente tutte le anime musicali di Jackson in una serie di singoli, accompagnati da ottimi video, che hanno reso l’album indimenticabile: Jam, In The Closet, Black Or White, Remember The Time, Heal The World, Give In To Me, Will You Be There. Niente male davvero. E si trova tutto, dal rock gentilmente concesso da Slash ospitato in Black Or White e Give In To Me a pezzi più spiccatamente r’n’b come In The Closet e Remember The Time fino alla ballata Heal The World che è poi diventata uno dei simboli dell’intera carriera di Jacko.

La storia purtroppo sa giocare tiri mancini, o scherzi di pessimo gusto. Il titolo dell’album fu sinistro profeta perché dalla causa per plagio intentata da Albano (a sua volta un plagio…che tristezza) in poi la parte finale della carriera di Jackson fu tormentata da scandali e sospetti di ogni genere fino all’assurda fine. Dell’uomo Michael Jackson si è detto di tutto e ognuno si faccia la propria idea, ma sull’ Artista Michael Jackson non ci possono essere dubbi di nessun genere.

Un genio. E Dangerous è uno straordinario esempio della genialità del Re del Pop.

Un capolavoro che ha avuto la sfortuna di finire in mezzo a lavori di ragazzacci sporchi e cattivi che facevano la voce grossa (recensioni a tal proposito sono in fase di lavorazione, stay tuned).

Annunci

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Spoongarden said, on aprile 3, 2011 at 17:13

    Devo confessare che comprai quest’album e che mi piacque pure…
    Un album di singoli azzeccati.

    Mi piace

  2. skonch said, on aprile 3, 2011 at 22:19

    anch’io lo comprai…ottima recensione Giulio…come sempre.

    Mi piace

  3. Vins said, on aprile 6, 2011 at 00:34

    Scusa se scrivo in off-topic, ma non so dove altro farlo; ho scoperto questo tuo blog grazie ad un amico, e mi piacciono molto le tue recensioni, con le quali mi trovo quasi sempre d’accordo. Ho spulciato qua e là negli archivi passati recensioni e ho notato pochissime recensioni di produzioni italiane, perché, come dici nella recensione de “Il mio canto libero”, la recenti produzioni italiane ti danno noia (o qualcosa del genere). Volevo allora proporti come ascolto “Pop tools”, dei -essi furono- Bluvertigo, una raccolta dei loro brani più due inediti tra cui il Sanremese “L’assenzio”. Secondo me è uno dei più bei dischi degli ultimi vent’anni in Italia, se non il più bel disco, considerando che lavori così attenti, curati nel minimo dettaglio e originali sia melodico-armonicamente che come liriche non se ne vedevano e, temo, vedranno per un bel pezzo. Tu cosa ne pensi?

    Mi piace

    • Ares79 said, on aprile 6, 2011 at 14:42

      Ti dico che i Bluvertigo mi piacevano e mi divertivano un sacco.

      Mi piace

  4. Giuseppe said, on luglio 15, 2013 at 03:05

    Questo è un album coi controcazzi. Capolavoro degno del genio di Michael Jackson.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: