Le Grandi Recensioni

Black Country Communion

Posted in dischi, musica by Ares on novembre 10, 2010

Altro supergruppo da segnalare, i Black Country Communion: Joe Bonamassa, Glenn Hughes, Jason Bonham e Derek Sherinian.

Album di gran rock, vecchio stampo, come se questi signori si fossero divertiti a calarsi nei panni delle vere, autentiche superband degli anni 70 o fine 60. E il risultato è un lavoro onesto, energico e sorprendente per la carica delle canzoni a partire dall’iniziale Black Country cui segue l’ugualmente valida One Last Soul.

Per come la vedo io, l’interazione tra i musicisti è perfetta: tra tutti spicca Bonham che dimostra ancora una volta di non essere semplicemente il “figlio di”, mentre Joe Bonamassa conferma di essere in stato di grazia assoluta ogni volta che prende in mano la chitarra come in Beggarman senza doversi perdere ogni volta in virtuosismi inutili.

Tra (hard) rock e (power) ballad (la lunga Song Of Yesterday dal sapore ledzeppeliniano) i Black Country Communion danno sfoggio della loro abilità di musicisti e compositori e, anche, di riarrangiatori nella nuova versione di Medusa, vecchio pezzo dei Trapeze in cui militava Hughes.

Da segnalare anche No Time, The Revoltion In Me (con Bonamassa alla voce) e la lunga e conclusiva Too Late For The Sun in cui la band si lascia andare alla pura improvvisazione.

Gran bell’album, ben suonato e ben prodotto, impossibile rimanere delusi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: