Le Grandi Recensioni

Travis – The Invisible Band

Posted in dischi, mezze stroncature, musica, richieste by Ares on luglio 27, 2010

richiesto da Evaristo…per Elena, immagino…

Per un breve periodo i Travis sono stati il futuro del rock britannico, coloro i quali sembravano destinati a succedere a band come Blur e Oasis tanto per fare qualche banale esempio.

Merito sicuramente di qualche buona melodia, di un gruppo di monelli con la faccia da schiaffi e di The Invisible Band.

Riascolto quest’album dopo quasi 10 anni e rimango sorpreso.

Sorpreso perché non ricordavo quanto bene fosse riuscito: avevo il vago sentore che all’epoca mi fosse piaciuto, ma non avevo più alcuna memoria delle canzoni  a parte la famosissima Sing.

Invece brani come Side e Pipe Dreams hanno ancora un loro perché, e il resto dell’album non e’ da meno. In sostanza, affidare l’apertura di The Invisible Band a Sing è stata una buona mossa, tutto il disco ruota attorno a canzoni semplici ed orecchiabili e i Travis non fanno nulla per complicare una formula che, avevano capito bene, poteva portare tanta roba alla band.

Il rovescio della medaglia è che il tutto alla lunga può risultare noioso, lento. Per quanto le canzoni siano belle, orecchiabili e tutto, si tratta sempre della solita menata. A parte quelle citate non ho (ri)trovato nulla che mi abbia illuminato…per dire, Afterglow non l’avrebbero registrata nemmeno i Coldplay…

Quindi?

Un buon disco, ottimamente confezionato e perfetto per l’epoca, ma un po’ noioso e facilmente dimenticabile…se non l’ho ascoltato per anni un motivo doveva esserci, no? E se i Travis sono svaniti nel nulla (in realtà l’ultimo lavoro in studio è vecchio di 2 anni ma non l’ha cagato nessuno nda) un motivo deve esserci, no?

Annunci

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. l'eunuco said, on luglio 27, 2010 at 20:48

    Io lo usavo come surrogato del Tavor all’epoca: ‘play’ e a Dear Diary stavo dormendo.

    Evaristo

    PS: a me piacciono i Travis e ti segnalo che l’ultimo, pur non cacato da nessuno, è un bel salto di qualità.

    Mi piace

    • Ares79 said, on luglio 27, 2010 at 21:12

      Mi fido del tuo giudizio, ma non ho nessuna intenzione di ascoltarlo.

      Mi piace

      • l'eunuco said, on luglio 28, 2010 at 10:17

        fai molto male secondo me, e te lo dice uno che non aveva nessuna intenzione di ascoltarlo

        Mi piace

  2. Attila said, on agosto 2, 2010 at 13:15

    In effetti, la stessa “Sing”, dopo un po’ di riascolti, iniziava a risultare noiosa: un album noiosetto regge, ma non una discografia (già 10 anni… sto diventando vecchio, sembra fosse uscito ieri!)

    Cordialità

    Attila

    Mi piace

    • Ares79 said, on agosto 2, 2010 at 17:22

      Era pop semplice e da classifica. Alla fine i travis erano/sono degli Oasis con tanti buoni sentimenti e la faccia da bravi ragazzi.

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: