Le Grandi Recensioni

Bret Easton Ellis – American Psycho

Posted in libri, richieste by Ares on aprile 29, 2010

richiesto da Bixx

Questo è uno di quei libri che cambiano la vita di chi li legge.

Perché nonstante la follia, il disordine e la violenza disumana che caratterizzano Patrick Bateman, il protagonista, non si può non rimanere affascinati dalla sua pazzia distruttiva.

Quando l’ho letto e ho visto una foto di Bret Easton Ellis ho pensato che fosse autobiografico. E lo penso ancora adesso: Ellis potrebbe essere un sadico e psicopatico serial killer che adora stuprare e fare a pezzi amici e amiche, conoscenti o perfetti sconosciuti; vive nel lusso; mangia solo al ristorante; lavora a Wall Street e va a concerti. Ellis potrebbe essere Patrick Bateman, l’uomo che conduce una doppia vita che passa dal nulla di serate frivole e inconsistenti a bagni di sangue degni di un film splatter anni ’80. E tutto questo folle disegno suona come una non tanto velata tremenda critica al decennio frivolo dell’edonismo reaganiano.

Un romanzo distruttivo e nichilista, una delle vette più alte raggiunte dalla letteratura americana contemporanea grazie ad uno dei suoi interpreti più affermati e geniali.

Voto: 10

Consigliato: a chi ha bisogno di una scossa e vuole leggere come scrive un genio.

Annunci

8 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Brigante said, on aprile 29, 2010 at 20:07

    Io Sono Arrivato al libro dopo aver visto il film, è incredibile.

    Mi piace

  2. BastaConLaDroga said, on aprile 30, 2010 at 07:58

    Letto appena pubblicato in Italia (1993, mi pare), versione hardcover. Mi ha cavato la pelle. Letteralmente.

    Mi piace

  3. skonch said, on aprile 30, 2010 at 14:41

    pazzesco…

    Mi piace

  4. massimo said, on maggio 2, 2010 at 18:05

    Qualcuno ha visto la mia sparachiodi?

    Mi piace

  5. bixx said, on maggio 3, 2010 at 08:13

    Oh, la descrizione dell’appartamento. E l’incontro con il fratello Sean.
    Devo rileggerlo, stavolta in inglese.
    Il mio primo Ellis e’ stato ‘Meno di Zero’ e in seguito li ho letti tutti. La cosa affascinante e’ che i personaggi ritornano negli altri libri, le loro storie continuano.

    grazie Ares

    Mi piace

  6. Ares79 said, on maggio 3, 2010 at 09:22

    Letto anch’io ‘Meno di Zero’ mentre non ho affrontato gli altri. Ho l’inconscio timore di rimanere deluso dopo la genialita’ di American Psycho.

    Mi piace

    • bixx108 said, on maggio 4, 2010 at 09:29

      Guarda, ti dico che *le regole dell’attrazione* e’ sul genere di Meno di Zero. Il protagonista e’ il fratello di Patrick Bateman, Sean. E’ una storia di college americano estrema. Fa’ conto di prendere un college movie del cazzo e mettere dei fattoni al posto degli attori.

      Gli altri, beh: Glamorama insomma, a me e’ piaciuto ma non raggiunge le vette di AP. E’ incentrato sul mondo della moda e dei VIP, e in un certo senso ne cattura bene la vacuita’. Il punto di forza di Glamorama e’ che a un certo punto la storia si stravolge e non capisci piu’ se sei pazzo tu, lui, il protagonista o cosa.
      Lunar Park fa un po’ la stessa cosa, ti spiazza e ci sono interessanti elementi autobiografici. anzi, dovrebbe essere un’autobiografia di Ellis, ma le cose vanno a puttane e…
      Acqua dal Sole: raccolta di racconti. Secondo me eccelle per il linguaggio, arido come il Sahara. Le storie sono come sempre assurde.

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: