Le Grandi Recensioni

Rammstein – Liebe ist für alle da

Posted in dischi, richieste, stroncature by Ares on aprile 13, 2010

su richiesta di Evaristo (aka V for Vainmona)…

Se dite che i Rammstein fanno cagare è un insulto al Guttalax.

Ho davvero scaricato e ascoltato questo disco:

(notare la sobrieta’ della copertina)

La prima canzone, in cui ogni 10 secondi viene urlato dolcemente RAMMSTEIN!!!, ha un riff che ricorda Labyrinth dei Black Jester (gruppo prog-metal del trevigiano degli anni 90), tratta da Welcome to th Moonlight Circus…mentre la tastiera sembra arrivare da Re Del Silenzio dei Litfiba…in ogni caso roba di almeno 15 anni fa o 23 per i Litfiba.

Non male per un disco del 2009, no?

Comunque, non è certo il primo lavoro dei Rammstein che ascolto e le impressioni, man mano che le tracce scorrono, è sempre la stessa: ai tedeschi va proibito fare musica rock. Hanno avuto i loro cazzo di compositori, hanno una tradizione classica di tutto rispetto, le cose “moderne” non competono ai teutonici. Ricordiamo che i Tokyo Hotel sono tedeschi…la Germania, musicalmente parlando, ci ha dato Beethoven e Brahms ed è arrivata all’oggetto di questo post o peggio (il problema è anche nella lingua tedesca, decisamente troppo dura e spigolosa e per nulla musicale).

I Rammstein, che continuo a ritenere una parodia, una crew comica sullo stile degli Spinal Tap, vogliono farci paura: con quella vociona, i chitarroni distorti, la doppia cassa…come no, siamo terrorizzati…

In certi momenti risultano più ridicoli della colonna sonora di Jurassic Park, ovvero pezzi d’orchesta con i ruggiti del t.rex sovraincisi…l’effetto dei Rammstein è quello: tirannosauri metal tedeschi che ruttano e ruggiscono.

Non sempre eh…va detto che Fruhling in Paris inizia anche tranquilla. Certo, con un’altra voce ed evitando di cantare quelle tre parole in francese (il francese con accento tedesco…mai sentito nulla di più assurdo) il risultato sarebbe superiore…

Una canzone come la numero 8, Pussy, in qualsiasi altro paese non verrebbe mai pubblicata. E’ atroce.

La title-track è passabile, ma vale lo stesso discorso di Pussy…

L’ultima canzone nelle intenzioni doveva essere una ballata per tastiera e chitarra, ma con quella voce delicata come il Balrog il risultato è ridicolo.

Ok fare i pagliacci, ma a tutto c’è un limite. E i Rammstein lo hanno superato.

Ridicoli, appunto, e non nel senso buono.

Voto: 2

Consigliato: a chi piace ‘sta roba

Ares

p.s. e adesso elimino il disco che mi vergogno…

Annunci

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. evaristo said, on aprile 13, 2010 at 13:41

    mai riso tanto in vita mia!!!

    Mi piace

  2. skonch said, on aprile 14, 2010 at 08:37

    ha ha ha …un piccolo appunto però: la germania ci ha dato anche i Kraftwerk, non sono proprio da buttare via

    Mi piace

    • Kiki said, on dicembre 30, 2011 at 02:33

      Esatto! e gli eisturzende neubauten?
      Ma perché, WAGNER?

      e poi…loro. poracci.

      Mi piace

  3. Ares79 said, on aprile 14, 2010 at 15:09

    Beethoven, Tokyo Hotel, Kraftwerk, Rammstein…non esistono mezze misure…

    Mi piace

    • evaristo said, on aprile 16, 2010 at 12:29

      nena e gli alphaville, i liquido, ma anche nina hagen…

      Mi piace

      • Ares79 said, on aprile 16, 2010 at 13:18

        i Guano Apes e gli H-Blockx

        Mi piace

  4. lary1984 said, on aprile 24, 2010 at 13:12

    Scrivo da fan dei Rammstein, tant’è che andrò al loro concerto il 1 luglio a Villafranca di Verona, il mio primo concerto dei Rammstein.
    Ho scoperto questo gruppo tardi però, un annetto fa secondo me, l’ho sentito in discoteca e ho deciso di ascoltare tutti gli album. A parte qualche hit importante, i primi cd tendono ad assomigliarsi e non è affatto vero che sono tutte canzoni metallare fine a se stesse: provate ad ascoltare canzoni come Mutter e altre meno famose come Dalai Lama, sono lente, intense, non sembrano nemmeno canzoni di un gruppo metal…
    L’ultimo cd l’ho sentito ancora più vicino forse perchè ora ho una certa conoscenza del gruppo e lo apprezzo, mentre prima era una novità.
    E’ vero ci sono canzoni che hanno il solo scopo di andare oltre, di esagerare, come Pussy appunto, e servono per vendere, punto. Ma ci sono alcune chicche, come Fruhling in Paris che è stata citata qui.
    Credo che i Rammstein non siano un banale gruppo di metallari. Hanno sperimentato nel tempo diverse cose, diversi generi, hanno tentato di cantare in inglese e francese, ma quello che apprezzo di loro è che non vogliano abbandonare la loro lingua originale, il tedesco. Insomma non vogliano fare quell’ultimo passo verso la commercializzazione totale.
    Il tedesco sarà anche duro e spigoloso ma è un tocco diverso e originale che li contraddistingue.
    I Rammstein hanno creato un movimento, un modo di essere, potremmo dire “una cultura” e alla fine è a questo che una band dovrebbe puntare: non solo a vendere dischi.
    Ho parlato da fan della band ma anche da semplice consumatrice di musica, accetto anche pareri contrastanti, ma non credo sia tutto da buttare via quello che hanno prodotto i Rammstein in tanti anni di carriera.

    Mi piace

  5. Goethe said, on dicembre 28, 2010 at 11:05

    Dai comunisti e dai terroni cosa puoi aspettarti, che gli piacciano i tedeschi? Imparate a cantare pure voi un pò incazzati, e con ragioni che veramente tutti approvano, forse alla fine i Rammstein saranno solo una band quasi punk. Svegliatevi, siete vecchi, e vorreste continuare a vivere in questa Italia di raccomandazioni, dove finita la scuola, l’unica cosa da fare per lavorare è negare tutto quello che avete studiato,e votare Berlusconi,e leccare il culo ai capi che sono della sua linea politica. L’ipocrisia,e la strumentalizzazzione delle idee e dell’agire, solo questo otterrette a combattere per difendere un sistema italiano che ama vivere nell’agio dell’ozio.

    Mi piace

    • Ares79 said, on dicembre 28, 2010 at 13:52

      Goethe…mangiato pesante?

      Mi piace

      • evaristo said, on dicembre 28, 2010 at 14:05

        Oh santo cielo…e i Rammstein ci toglierebbero Berlusconi dalle palle? ok la fantapolitica e che Bersani mi sta un po’ sui maroni, ma l’analisi di Goethe mi sembra quantomeno fantasiosa, se non delirante.
        E parlo da fan della band, tra l’altro, anche se Ares non ci crede…

        Mi piace

  6. Barbara said, on agosto 10, 2012 at 22:51

    Ma si dai, fallo te un album, è arrivato il Dio del Metal! Ma magari Till te se in***a.

    Mi piace

    • Ares said, on agosto 11, 2012 at 10:38

      Che belli che siete quando perdete la ragione per i Rammstein!

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: